mercoledì 29 novembre 2017

Linaria - NOCTURNAL BLOODLUST

LinariaNOCTURNAL BLOODLUST

Album: THE OMNIGOD (2014)
Testo: Hiro - musica: Daichi
Lyrics

Linaria
Hibike kono koe yo
sora e mai odoru you ni
Nido to modorenu you
tsuyoku nigirishime
kowarenai you ni

Kuroku majiri au namida wa
kurushimi wo koeta
yorokobi
motometa no wa anata ja nakute
watashi

Nee kikoeru?
Wakatteru?
Kowareru hodo
tsuyoku dakishimete
soba ni ite atatamete...
hold my heart

Hibike kono koe yo
sora e mai odoru you ni
Nido to modorenu you
tsuyoku nigirishime
kowarenai you ni

Sora wo kakenukeru
ikuoku no kirameki yo
Ima wo dakishimete
yasashisa ni obie
hanarenai you ni

Nee kikoeru?
Wakatteru?
Kowareru hodo
tsuyoku dakishimete
soba ni ite atatamete...
hold my heart

Hibike kono koe yo
sora e mai odoru you ni
Nido to modorenu you
tsuyoku nigirishime
kowarenai you ni

Sora wo kakenukeru
ikuoku no kirameki yo
Ima wo dakishimete
yasashisa ni obie
hanarenai you ni

Holding my heart
Hearing my voice
Feeling respect...
Distance is close to you
Traduzione

Linaria
Lascio risuonare la mia voce;
è come se danzasse verso il cielo.
Come se non ci fosse ritorno,
come se stessi per finire in pezzi,
stringi forte le mie mani.

Le lacrime mescolate col trucco nero
sono state versate per la gioia
di aver superato la sofferenza;
non sei tu che stavi cercando me,
è il contrario.

Oh, puoi sentirmi?
Riesci a capire?
Come se stessi per finire in pezzi,
abbracciami forte;
restami accanto e scaldami...
Stringi a te il mio cuore.

Lascio risuonare la mia voce;
è come se danzasse verso il cielo.
Come se non ci fosse ritorno,
come se stessi per finire in pezzi,
stringi forte le mie mani.

Centinaia di milioni di spirali
corrono nel cielo.
Anche se questa gentilezza mi spaventa,
abbracciami adesso,
come per non lasciarmi più.

Oh, puoi sentirmi?
Riesci a capire?
Come se stessi per finire in pezzi,
abbracciami forte;
restami accanto e scaldami...
Stringi a te il mio cuore.

Lascio risuonare la mia voce;
è come se danzasse verso il cielo.
Come se non ci fosse ritorno,
come se stessi per finire in pezzi,
stringi forte le mie mani.

Centinaia di milioni di spirali
corrono nel cielo.
Anche se questa gentilezza mi spaventa,
abbracciami adesso,
come per non lasciarmi più.

Stringendo a te il mio cuore.
Ascoltando la mia voce.
Il rispetto dei sentimenti...
Le distanze si accorciano verso di te.

Nessun commento:

Posta un commento