lunedì 30 marzo 2020

Désir - GARNiDELiA

Désir - GARNiDELiA

Singolo: Désir (2017)
Album: G.R.N.D. (2018)
Testo: MARiA - musica: toku
Anime: Fate/Apocrypha (Ending)
Lyrics

Désir
Donna ni nozonde mo
kanawanai ashita ga aru to
Me wo tojite soredemo
arukitsudzuketa

Ikutsu yoru wo
kasanete mo kesenakute
hikari wo motometeru
Furikaeru michi ni wa
mou modorenakute mo

Sekai wa mawaru
kiseki wo inotta shunkan ni
Hoka ni wa nanimo iranai
koko ni aru no wa
"negai" "negai"
todoketai yo
Kizutsuite kizutsukete
subete wo nakushita toshite mo
kanawanai kanaetai
omoi wo nigirishimete

Donna ni sakende mo
kawaranai ashita mo aru to
Se wo muketa
soredemo hanasenakatta

Nando hoshi ni
nageite mo toosugite
inori mo todokanai
Eranda kotae ga
yurusarenakute mo

Sekai wa kawaru
mayoi wo keshita
shunkan ni
Hoka ni wa nanimo iranai
Tatta hitotsu no
"negai" "negai"
tsukamitai yo
Kanawanai kanaetai
chikai wo mune ni daite

Unmei norou yori aragau
tsuyosa wo hanpana
kakugo ja nozomenai
Zetsubou no kanata de
hajimari wo utaou
mada mada kore kara
kurai tsukushite

If you want something done right,
you have to do it yourself
Life is what you make it.
Oh I can beat fate

Sekai wa mawaru
kiseki wo inotta shunkan ni
Hoka ni wa nanimo iranai
koko ni aru no wa
"negai" "negai"
todoketai yo
Kizutsuite kizutsukete
subete wo nakushita toshite mo
kanawanai kanaetai
omoi wo nigirishimete
Traduzione

Desiderio
Non importa quanto lo desideri,
il domani che vorrei non si avvererà.
Ma ho chiuso comunque i miei occhi,
continuando a camminare.

Sono alla ricerca di una luce
che non si spegne
col passare delle notti,
anche se significa non poter
mai più tornare sui miei passi.

Il mondo prende a girare,
nel momento in cui invoco un miracolo.
Non ho bisogno di nient'altro;
proprio qui ci sono il "futuro" e
la "speranza" sotto forma di desiderio,
e voglio esprimerli!
Anche se mi ferisco e ferisco,
anche se alla fine ho perso tutto,
continuerò a sperare e a stringere forte
il mio irrealizzabile desiderio.

Non importa quanto io gridi,
il domani resta lì, immutato.
Gli ho voltato le spalle,
ma non è servito a lasciarlo andare.

Non importa quanto io
pianga davanti alle stelle,
la mia preghiera non le raggiunge.
E nemmeno la risposta che
ho scelto mi viene concessa.

Il mondo prende a cambiare
nel momento in cui disperdo
le mie esitazioni.
Non ho bisogno di nient'altro;
proprio qui ci sono la "libertà"
ed il "sogno" sotto forma di desiderio,
e voglio afferrarli!
Continuo a stringere forte al mio cuore
il mio irrealizzabile giuramento.

Invece che di maledire il destino,
ho bisogno della forza per lottare,
non posso lottare se vacillo.
Alle estremità della disperazione,
canterò per un nuovo inizio,
perché ho appena cominciato,
sarò pronta all'impatto!

Se vuoi qualcosa fatto bene,
devi farlo con le tue mani.
La vita è ciò che vuoi che sia.
Oh, posso battere il destino!

Il mondo prende a girare,
nel momento in cui invoco un miracolo.
Non ho bisogno di nient'altro;
proprio qui ci sono il "futuro" e
la "speranza" sotto forma di desiderio,
e voglio esprimerli!
Anche se mi ferisco e ferisco,
anche se alla fine ho perso tutto,
continuerò a sperare e a stringere forte
il mio irrealizzabile desiderio.

domenica 29 marzo 2020

Ophelia - BUCK-TICK

Ophelia - BUCK-TICK

Album: No.0 (2018)
Testo: Atsushi Sakurai - musica: Hoshino Hidehiko
Lyrics

Ophelia
Haru wa sasotte
kimi wa kaze ni matte
Hana wa soyoide
temaneita uraraka ni
Natsu wa yume yume
kimi wa doku ni yotte
Gokusaishiki hanayakana
ishou de utau

Kimi no nioi amai kaori

Maronie ni komoreru yuuhi
watashi wa minamo ukabu
Mou kazoekirenai kurai
hanabira to

Warutsu no you ni maichiru
yuki de okeshou shimashou
kireina mama de zutto
eien no mama
Itami mo kanashimi mo nai
omoide nanate iranai
kireina mama de zutto
sukitootte

Kisetsu wa megutte
kimi wa yume ni natte
yumekuitachi wa
yagate koi ni ochiru

Kimi no nioi Uh shi no kaori

Gairoju ni komoreru yuuhi
watashi wa minamo ukabu
Mou kazoekirenai kurai
hanabira to

Warutsu no you ni maichiru
yuki de okeshou shimashou
kireina mama de zutto
eien no mama
Itami mo kanashimi mo nai
omoide nanate iranai
kireina mama de zutto
sukitootte
Warutsu no you ni maichiru
yuki de okeshou shimashou
kireina mama de zutto
eien no mama
Traduzione

Ofelia (1)
La primavera ti chiama
mentre danzi nel vento.
I fiori oscillano,
t'invitano con la loro bellezza.
L'estate è un sogno, un sogno
dove tu sei pervasa dal veleno.
Indossando costumi colorati
e vivaci, canti.

Il tuo profumo, una dolce fragranza.

Il tramonta brilla tra i castagni,
ed io fluttuo sull'acqua.
I petali sono ormai troppi
da contare.

Con la neve che viene giù come
danzando un valzer, ti trucco,
così che tu possa restare sempre,
eternamente così bella.
Senza dolore o tristezza,
non servono nemmeno i ricordi,
così che la tua bellezza possa
restare sempre cristallina.

La stagione cambia,
e tu diventi un sogno,
capace di far innamorare
persino i mangiatori di sogni. (2)

Il tuo profumo, uh, l'odore della morte.

Il tramonto brilla tra gli alberi
in strada, ed io fluttuo sull'acqua.
I petali sono ormai troppi
da contare.

Con la neve che viene giù come
danzando un valzer, ti trucco,
così che tu possa restare sempre,
eternamente così bella.
Senza dolore o tristezza,
non servono nemmeno i ricordi,
così che la tua bellezza possa
restare sempre cristallina.
Con la neve che viene giù come
danzando un valzer, ti trucco,
così che tu possa restare sempre,
eternamente così bella.

NOTE: (1) - Ofelia è uno dei principali personaggi femminili della tragedia Amleto di William Shakespeare. Il ruolo che Ofelia ha nella tragedia è quello della vittima degli eventi: delusa da un amore per Amleto che crede non puro, veritiero e disinteressato e divenuta folle per l'assassinio del padre a opera dello stesso Amleto, terminerà la sua esistenza affogando in un corso d'acqua, scatenando l'odio e la vendetta da parte del fratello Laerte, che tenterà di uccidere Amleto. [x]
(2) - Mangiatori di sogni: probabilmente un riferimento ai "baku", creature leggendarie della mitologia cinese e giapponese. È soprattutto conosciuto per la sua capacità di divorare gli incubi degli esseri umani e la sfortuna che li accompagna. In alcune zone, è d'uso che una persona che si risveglia da un incubo reciti tre volte la frase "cedo il mio sogno al baku perché lo mangi", o varianti della frase. [x]

martedì 24 marzo 2020

Coyote - BUCK-TICK

Coyote - BUCK-TICK

Album: memento mori (2009)
Testo: Atsushi Sakurai - musica: Imai Hisashi
Lyrics

Coyote
Nozoitara dame sa
nido to modorenai yo
iin da ne
Tengoku e no rasen
mushaburui hitotsu ikuze

Anata no namae kuchizusami   
Shikabane fumishime
tada aruku

Ore no namae yondekure
tooi tooi ano hi no you
Boku no nama yonde
onegai mou ichido
Ore no namae yondekure
tooi tooi ano hi no you ni

Kamikazari ni haibisukasu
yuuyake yake ni suicide.
Senaka no hone
kishimu hodo
dakishimetara hitotsu kai
yurushi no kisu wo kudasai
Mou nido to konna yuuhi ni
aenai darou

Anata no te no naru
hou e to aruiteiru mousugusa
Yurari kage wa yure
dorori ore wa hau ikuze

Shikabane fumishime
tada aruku

Ore no namae yondekure
tooi tooi ano hi no you
Boku no nama yonde
onegai mou ichido
Ore no namae yondekure
tooi tooi ano hi no you ni

Konya wa yake ni kirei da
yuuhi to kimi to shiosai
Mune wo yakikogasu jounetsu
Dakishimetara
odoru kai
YES no kisu wo kudasai
Mou nido to konna yuuhi ni
aenai darou

Kamikazari ni haibisukasu
yuuyake yake ni suicide.
Senaka no hone
kishimu hodo
Dakishimetara hitotsu kai
yurushi no kisu wo kudasai
Mou nido to konna yuuhi wa
Konya wa yake ni kirei da
yuuhi to kimi to shiosai
Mune wo yakikogasu jounetsu
Dakishimetara
odoru kai
YES no kisu wo kudasai
Mou nido to konna yuuhi ni
aenai darou
Traduzione

Coyote
È inutile guardare oltre,
non posso più far ritorno,
e direi che va bene così.
La spirale che porta verso i cieli
è l'unica cosa per cui fremo, vado!

Sussurro il tuo nome.
Mi limito a camminare
calpestando cadaveri.

Per favore, chiama il mio nome,
come quel giorno lontano, lontano.
Chiama il mio nome,
ti prego, ancora una volta.
Per favore, chiama il mio nome,
come quel giorno lontano, lontano.

Un ibisco a decorarti i capelli,
un suicidio al sorgere del sole.
Fino a far scricchiolare
le ossa della mia schiena...
desidero solo che tu mi abbracci,
concedimi il bacio del perdono.
Sotto questo sole serale, non credo
che c'incontreremo più.

Sto camminando verso il suono
prodotto dalle tue mani, veloce.
La tua ombra tremolante ondeggia,
ed io, strisciando nel fango, vado!

Mi limito a camminare
calpestando cadaveri.

Per favore, chiama il mio nome,
come quel giorno lontano, lontano.
Chiama il mio nome,
ti prego, ancora una volta.
Per favore, chiama il mio nome,
come quel giorno lontano, lontano.

È una serata terribilmente bella;
il sole serale, tu e le onde.
Il mio cuore arde di passione.
Desidero che mi abbracci e
danziamo insieme,
concedimi il bacio del sì.
Sotto questo sole serale, non credo
che c'incontreremo più.

Un ibisco a decorarti i capelli,
un suicidio al sorgere del sole.
Fino a far scricchiolare
le ossa della mia schiena...
desidero solo che tu mi abbracci,
concedimi il bacio del perdono.
Sotto questo sole serale, mai più...
È una serata terribilmente bella;
il sole serale, tu e le onde.
Il mio cuore arde di passione.
Desidero che mi abbracci e
danziamo insieme,
concedimi il bacio del sì.
Sotto questo sole serale, non credo
che c'incontreremo più.

giovedì 19 marzo 2020

Shanti Shanti Shanti - BABYMETAL

Shanti Shanti Shanti - BABYMETAL

Album: METAL GALAXY (2019)
Testo: MUKTI-METAL - musica: MEGMETAL
Lyrics

Shanti Shanti Shanti
Shanti Shanti
Ikerumonotachi no purana
Shanti Shanti
Inochi no hanasaku chakura
Shanti Shanti
Ikerumonotachi no sansaara
Shanti Shanti
Maiagare yo karuma

Meguri meguru kisetsu wa
kirari kirari kirameite
koi ni koi kogareteru
Mawari mawaru sekai wa
hirari hirari hirameite
yume ni yume mite odoru
Hateshinaku Free

Ali Ali Ali Ali
Inorumonotachi no maayaa
Ali Ali Ali Ali
Inochi no kase tatsu mokusha
Ali Ali Ali Ali
Inorumonotachi no mantora
Ali Ali Ali Ali
Maiodore yo karuma

Meguri meguru sadame wa
yurari yurari yurameite
Ai ni ai akogarete
Mawari mawaru jidai wa
furari furari furatsuite
Toi ni toi tokareteku
Kagirinaku Free

Accha Accha Accha Accha

Meguri meguru kisetsu wa
kirari kirari kirameite
koi ni koi kogareteru
Mawari mawaru sekai wa
hirari hirari hirameite
yume ni yume mite odoru
Hateshinaku Free

Hateshinaku Free
Kagirinaku Free
Traduzione

Shanti Shanti Shanti (1)
Shanti, Shanti,
il prana degli esseri viventi. (2)
Shanti Shanti, il chakra (3)
del fiore della vita che sboccia.
Shanti Shanti,
il samsara degli esseri viventi. (4)
Shanti Shanti,
trascinaci, karma! (5)

Le stagioni che girano e rigirano
brillano, luccicano, scintillano;
ci innamoriamo follemente dell'amore.
Il mondo che ruota e ruota,
agile, leggero, lampeggia;
danziamo in un sogno nel sogno.
Eternamente liberi.

Ali Ali Ali Ali
Coloro che pregano la māyā . (6)
Ali Ali Ali Ali
Il moksha recide i vincoli della vita. (7)
Ali Ali Ali Ali
Coloro che pregano un mantra. (8)
Ali Ali Ali Ali
facci danzare, karma!

L'esistenza che gira e rigira,
oscilla, dondola, ondeggia;
bramiamo d'incontrare l'amore.
Ruotando e ruotando, l'era
vacilla, vacilla senza meta;
le domande trovano risposta.
Infinitamente liberi.

Accha Accha Accha Accha (9)

Le stagioni che girano e rigirano
brillano, luccicano, scintillano;
ci innamoriamo follemente dell'amore.
Il mondo che ruota e ruota,
agile, leggero, lampeggia;
danziamo in un sogno nel sogno.
Eternamente liberi.

Eternamente liberi.
Infinitamente liberi.

NOTE: (1) - Shanti: per la religione induista, la parola sanscrita śānti (solitamente anglicizzata in shanti o shantih) indica uno stato di assoluta pace interiore e di serena imperturbabilità, caratterizzato dall'assenza delle frenetiche onde-pensiero (vṛtti) generate dalla mente. (x)
(2) - Prana: significa letteralmente «vita» e in seconda istanza viene inteso come «respiro» e «spirito». (x)
(3) - Chakra: in alcune filosofie orientali, ciascuno dei centri di energia presenti nel corpo umano che presiedono alle funzioni organiche, psichiche ed emotive dell'individuo.
(4) - Samsara: indica, nelle religioni dell'India quali il Brahmanesimo, il Buddhismo, il Giainismo e l'Induismo, la dottrina inerente al ciclo di vita, morte e rinascita. (x)
(5) - Karma: indica, presso le religioni e le filosofie religiose indiane o originarie dell'India, il generico agire volto a un fine, inteso come attivazione del principio di "causa-effetto". (x)
(6) - Māyā : termine che ha come significato originario quello di "creazione", successivamente quello di "illusione". (x)
(7) - Moksha: è uno dei cardini delle dottrine religiose e spirituali dell'India. La liberazione, variamente interpretata e diversamente conseguibile a seconda del contesto, è principalmente intesa come salvezza dal ciclo delle rinascite (Samsara), ma anche quale conseguimento di una condizione spirituale superiore. (x)
(8) - Mantra: nell'induismo, formula che viene ripetuta molte volte come pratica meditativa.
(9) - Accha: in sanscrito, "puro", "lucido", "non scuro"