lunedì 16 gennaio 2017

The Puzzle - MY FIRST STORY

The Puzzle - MY FIRST STORY

Album: ANTITHESE (2016)
Testo&musica: MY FIRST STORY
Lyrics

The Puzzle
Yuganderu sekai ni
dou hamattatte
arifureta ima ga kobore
ochiteku no
Karamatteru sentakushi wo
boku wa sutesatte
kakusareteita shinjitsu ni torawarete

Oh Call me again now
Meguri meguru sekai
And I can't wait
"Boku no naka no
boku wa dare na no?"

So... nandodemo
Toitadashita kotae nante
mou kiekakatte
tomatteita
Machigatta saishuu mondai ga
kurutte kusatta
boku wo yurashita
Oimawashita risou nante
mou hikkakatte
magatteita
Samayotta gensou kuukan ni
ukande shizunda
boku wo oboeteite

Hajime kara ima yori tooku ni atta
iroaseta aoi sora wo nagameru no
Tsunagatteru ashiato ni
tadoritsukitakute
kizutsuiteita koukai ni osowarete
Oh Tell me again

Tatoe... ima
Umarekawatta shujinkou ga
subete no piece wo soroetatte
saigo no saigo ni sekaijuu no
ima made zenbu :reset suru nara
Koe karashite saken datte
imi nankanai to omoishitta
Hontou no boku wa nanda kke?
I wonder who I am
Just leave me alone

Kowashite... kono mama
Kowashite... boku wo
Ano hi no boku ni wa
wakaranu mama
Furueru sono te wo nigirishimeteita
demo...

Yuganderu sekai wa mou kawatteita
tachitsukushita boku
hitori wo nokoshite
Nani hitotsu kidzukazu kou omotteita
"Kitto boku dake wa..."

Owaranai
Toitadashita kotae nante
mou kiekakatte
tomatteita
Machigatta saishuu mondai ga
kurutte kusatta
boku wo yurashita
Oimawashita risou nante
mou hikkakatte
magatteita
Samayotta gensou kuukan ni
ukande shizunda
boku wo oboeteite
Traduzione

Il Puzzle
Anche se sono bloccato
in questo mondo distorto,
il mio presente comune
sta scorrendo via.
Buttando via le scelte,
vengo sconvolto,
sopraffatto dalla verità nascosta.

Oh, adesso chiamami di nuovo.
Il mondo gira e rigira.
E non posso aspettare.
"Chi è quell'io
dentro di me?"

Allora... ancora e ancora...
Qualcosa come la risposta che
avevo richiesto stava già per
fermarsi e scomparire.
Mi sbagliavo su quell'ultimo problema;
fuori controllo, marcio,
sono stato scosso.
Qualcosa come l'ideale che
stavo rincorrendo, incastrato,
era già distorto.
Nello spazio immaginario
in cui ho vagato, mi ricordo di me,
fluttuante e depresso.

Dall'inizio, era più distante di adesso;
guardo quel cielo blu sbiadito.
Voglio arrivare dove le orme
s'incrociano, ma le macchie di
rimpianto mi colpiscono.
Oh, dimmelo di nuovo.

Se soltanto... adesso...
questo protagonista rinato potesse
raccogliere tutti i pezzi,
prima della fine del mondo intero,
e compiere un :reset.
Anche se piango fino a perdere
la voce, ho capito che non ha senso.
Cosa sono io davvero?
Mi domando chi sono.
Lasciatemi da solo.

A pezzi... così.
A pezzi... io...
ancora non capisco il me stesso
di quel giorno.
Ho afferrato quella mano tremante,
ma...

Il mondo distorto è ormai cambiato,
mi ha lasciato da solo,
lì immobile.
Credevo non m'importasse di nulla,
"di certo solo di me stesso..."

Non è finita.
Qualcosa come la risposta che
avevo richiesto stava già per
fermarsi e scomparire.
Mi sbagliavo su quell'ultimo problema;
fuori controllo, marcio,
sono stato scosso.
Qualcosa come l'ideale che
stavo rincorrendo, incastrato,
era già distorto.
Nello spazio immaginario
in cui ho vagato, mi ricordo di me,
fluttuante e depresso.

Nessun commento:

Posta un commento