giovedì 18 dicembre 2014

Rain - SID

Rain - SID

Singolo: Rain (2010)
Album: dead stock (2011)
Testo: Mao - Musica: Yuuya
Anime: Fullmetal Alchemist: Brotherhood (Opening #5)
Lyrics

Rain
Rokugatsu no uso
me no mae no hontou
sepia ni shimaikomi.
Yorisou to ka nukumori to ka
wakaranaku natteta.

"Kimi wa hitori de heiki dakara...
ne" to oshitsukete
sayonara.
Sono tagui no kiyasume nara
kikiakita hazu na no ni.

Nariyamanai
youshanai omoidetachi wa
yurushitekuresou ni mo nai.
Me wo tojireba ikioi wa masu bakari de
toomaki de kimi ga warau.

Ame wa itsuka yamu no deshou ka?
Zuibun nagai aida tsumetai.
Ame wa doushite boku wo erabu no
nigeba no nai boku wo erabu no.

Yatto mitsuketa atarashii asa wa
tsukihi ga jama wo suru.
Mukau saki wa "tsugi" ja nakute
"sugi" bakari oikaketa.

Nagusame kara
kikkake wo kureta kimi to
urameshiku kowagari na boku.
Sorosoro ka na
tesaguri tsukareta hou wo kattou ga
koboreochiru.

Kako wo shiritagaranai hitomi
arainagashite kureru yubi.
Yasashii hohaba de iyasu kizuato
todokisou de todokanai
kyori.

Ame wa itsuka yamu no deshou ka?
Zuibun nagai aida tsumetai.
Ame wa doushite boku wo erabu no
tsutsumarete ii ka na?

Ame wa yamu koto wo shirazu ni
kyou mo furitsuzuku keredo
Sotto sashidashita kasa no naka de
nukumori ni yorisoi nagara.
Traduzione

Pioggia
Le bugie e le verità di giugno
sono esposte davanti ai miei occhi
in tonalità seppia.
Stare vicini, il calore...
sono cose che non capisco più.

"Starai bene anche da solo... no?"
dicesti, cercando di convincermi,
per poi dirmi addio.
Se questa è una specie di consolazione,
ormai dovrei averne abbastanza.

Risuonando all'infinito,
i ricordi spietati sembrano non avere
alcuna intenzione di perdonarmi.
Se chiudo gli occhi mi circondano,
mentre tu ridi in lontananza.

Smetterà mai di piovere?
Ormai fa freddo da troppo tempo.
Perché la pioggia ha scelto me?
Proprio io, che non ho dove fuggire.

Il tempo penetra nella nuova alba
che finalmente ho trovato.
Ma non sono dinanzi al futuro,
ho continuato ad inseguire il passato.

Tu, col tuo conforto,
mi hai concesso un nuovo inizio,
e poi ci sono io, odioso e codardo.
Era questione di tempo,
con amarezza, i miei turbamenti scendono
sulle mie guance stanche.

Occhi che non vogliono conoscere il
passato, dita che non possono cancellarlo.
Le cicatrici guariscono con delicatezza,
sono così lontane da sembrare
irraggiungibili.

Smetterà mai di piovere?
Ormai fa freddo da troppo tempo.
Perché la pioggia ha scelto me?
Forse farei meglio a lasciarmi coprire?

Anche oggi la pioggia cade,
non intende smettere,
mentre insieme ci annidiamo serenamente
sotto il mio ombrello.

Nessun commento:

Posta un commento