lunedì 5 settembre 2011

Alumina – NIGHTMARE

Alumina – NIGHTMARE

Album: the WORLD Ruler (2007)
Testo&musica: Sakito
Lyrics

Alumina
Nagareru toki no naka matataku
Setsunateki kirameki wo
Kono yo no kioku ni
kizamu tame
Arukitsuzukeru Believer.

Dare ni mo mirenai yume wo mite
Iranai mono wa subete suteta
Yuzurenai omoi
Kono mune ni yadoshite.

Mada riaru idearu no hazama ni ite
Gisei no kase ni
ashi wo torarete mo
Afureru shoudou
osaekirenai
Tsuyoku motomeru
kokoro ga aru kara.

“Itsuwari” “Osore” “Kyoshoku” “Urei”
Samazama na negateibu ni
Torawareru hodo yowaku wa nai.
Kodoku mo shiranu
trickster.

Yozora wo tsukisasu biru no mure
Hoshi nado mienai
sora miage
“Mayoi wa nai ka?” to Jibun ni toikakeru.

Kono machijuu afureru mono ni mamire
Utsutsu wo nukasu you na koto wa nai.
Asu e to tsunagaru michi no hate de
Kono te ni tsukamu mono wo mitai kara.

Mabuta wo toji
ishiki no umi ni ukande
Omoiegaku Risou wo te ni
suru sono toki wo.

Kagiri aru “sei” wo
kono yo ni uke
Kare yuku dake wa oroka ni hitoshii.
Hoka no dare mo ga mochienai mono
“Jibun jishin” to iu na no kesshou e

Kireigoto wo tsukitoosu koto
Itsuka fakuto e kawaru
Katakuna ni shinjitsuzuketai
It’s just my faith. The absolute truth.

Nagareru toki no naka matataku
Setsunateki kirameki wo
Kono yo no kioku ni
kizamu tame
Arukitsuzukeru Believer.
Traduzione

Alumina
Effimere scintille brillano
nello scorrere del tempo; al fine di
inciderle nei miei ricordi di questo mondo
...sono un sognatore
che continua a camminare.

Sognando ciò che nessun altro può sognare,
ho eliminato tutto ciò di cui non ho bisogno,
portando in questo petto
speranze alle quali non posso rinunciare.

Ancora nel limbo tra realtà ed ideali,
anche se le mie gambe sono vincolate
dalle catene del sacrificio,
non riesco a reprimere
quell'impulso straripante,
perché ho un cuore
che desidera fortemente.

“Bugia” “Paura” “Vanità” “Odio”
Non sono così debole da poter
essere preso da certe cose negative.
Sono un bugiardo che
non conosce la solitudine.

Gruppi di edifici perforano il cielo notturno,
guardo un cielo dove le stelle
non possono essere viste
e mi chiedo "Non ho dubbi?"

Questa città è sporca di cose abbondanti,
non si tratta di qualcosa di irreale.
Alla fine della strada che ci collega al futuro,
voglio vedere cosa stringo in queste mani.

Chiudendo gli occhi,
galleggio sul mare dei miei sensi,
ed immagino il momento in cui
stringerò tra le mani i miei ideali.

È accertato che in questo mondo la
“giustizia” ha i suoi limiti,
e rassegnarsi è stupido allo stesso modo.
Ho qualcosa che nessun altro ha:
una cristallizzazione chiamata "me stesso".

Oltrepassare la semplicità
un giorno diventerà possibile,
voglio crederci tenacemente,
è solo la mia fede. La verità assoluta.

Effimere scintille brillano
nello scorrere del tempo; al fine di
inciderle nei miei ricordi di questo mondo
...sono un sognatore
che continua a camminare.

Nessun commento:

Posta un commento