sabato 30 luglio 2016

ALL ALONE - UVERworld

ALL ALONE - UVERworld

Singolo: WE ARE GO / ALL ALONE (2016)
Testo&musica: TAKUYA∞
Lyrics

ALL ALONE
Black Point ukiagaru Arise
STRAIGHT OUTTA TOKYO
noisy town
Ganjigarame no kisei to hou
oretachi ga shinjita nowa
sensou wo shiranu otona no
mure dewa naku
shuukyou ya kane demo nee
Jibun no sonzai wo
mitomeru shunkan wo

Kanashii toki ni boku wa utau
aitsu wa itta ore wa odoru
Watashi e wo kaiteru toki dake
subete wasurerareru

Makkura na kabe ni
kuro no SUPUREE de
tasukete to kakareta MESSEEJI
Ikagawashii tokai no kage ni
nomikomarete iku

Umare no mazushisa ga bokura no
mirai wo kimerarenakatta you ni
umare no mazushisa nante
dareka to kuraberu mono ja nai kedo
Jiyuu ya byoudou nante kotoba de
kore ijou michibiku no nara
kotaete miro yo

LONELY
Kono sekai no Dislike
ichiban saitei de
hontou ni yurusenai tokoro wa
Sono hontou ni kono sekai de
okiteru saitei na dekigoto wa
hyougen sasenai
utawasenai

LONELY
Itsuka konomama ja tsukamezu
tomo nobashiteta te mo
oroshite shimau n darou?
Soshite itsuka kono
yurusenai to itte naita
Imi mo yume mo
wasurete iku no?

Sou Ride or Die
dase yo CHIPPU
Abukuzeni wo ete wa
sore wo osoroshii mono ni kae
Mitashitai kankaku wa
jibun de tsukanda to
iu kankaku wo

Nanimono ni kobinu
chikara ga hoshii
Muri nara kobiru
yuuki ga hoshii
unazuki shitagau yuuki wo

ZakkyoBIRU no sukima wo
nuke SUKURANBURU
tasukete to kakageta MESSEEJI
BOKASHI no kakatta kono machi ja
mou me sae awanai

Shinu magiwa ni okane ya mono wo
hoshigaru hito nante inai deshou?
Bokutachi wa sonna mono wo
sagasu tabi wo shite iru n darou
Kitto sekai ga nakushita mono darou
tadashii ai to yume
Omaera ni itte n da yo

LONELY
Kono sekai no Dislike
ichiban hontou ni
kuyashikute yurusenai koto wa
Kono honki de oikakete kita yume mo
nefuda ga tsuite nakucha
mimuki mo sarenai
mitomechakurenai

LONELY
Itsuka konomama ja tsukamezu
tomo nobashiteta te mo
oroshite shimau n darou?
Soshite itsuka kono
yurusenai to itte naita
Imi mo yume mo
wasurete iku no?

Kurayami de no tasuuketsu
oshitsukerareru RUURU
kyomukan to iwakan to
Shitauchi ga machi ni
hibiitetemo

Kanashikutemo
utatteru dake de
Kanashikutemo
odotteru dake de
Honno sukoshi
konna machi de
Bokura wa kagayaketeruki ga shiteta

Kanashikutemo e wo
kaiteru toki dake
Kono machi ni sonzai
shiteru ki ga shita
honno sukoshi
waratteru ki ga shita

LONELY
Jibunjishin no Dislike
ichiban hontou ni
kuyashikute yurusenai koto wa
Kono tokubetsu na sainou wo motte
Umarete korenakatta koto
nanka ja nai

Kono sekai no
dou demo ii kokoronai kotoba ya
tada no FUREEZU ni
oshitsubusaresou ni natte
Subete wo isshun de sutete
shimaisou ni naru koto
mirai mo kono inochi mo

Kanashikutemo
utatteru dake de
Aitsu wa odotteru toki dake
Kanojo wa e wo kaite iru
toki dake
Ano ko wa moji wo
tsudzutte iru toki dake
Aitsura wa nanika wo
enjiteru toki dake
Ano hito wa dareka wo
warawaseteru toki dake
Karera wa mono wo
tsukutte iru toki dake
Omae wa omae ga
yaritai koto wo yare

Saigo no hi ni
hoshii mono wa
Saigo no hi ni
hoshii to omoeru you na
kono machi de ikite kita akashi
Traduzione

TUTTO SOLO
Punto nero, risaltando, sorgi
dritto fuori dalla rumorosa
città di Tokyo.
Tormentati da regole e leggi,
ciò in cui abbiamo creduto
non è quel gruppo di adulti
che non conosce la guerra,
e nemmeno la religione o i soldi, no;
ciò che vogliamo riconosciuta
è la nostra stessa esistenza.

Quando sono triste canto,
quando quel tipo parla, io ballo.
Soltanto quando disegno
posso dimenticare tutto.

Con dello spray nero,
su una parete nera come la pece,
c'è scritta una richiesta d'aiuto.
Le ombre di quest'indecente città
ci stanno inghiottendo.

Nascere poveri non decide
il nostro futuro, e allo stesso tempo
nascere poveri non è qualcosa
con cui qualcuno può fare paragoni;
ma se vuoi promuovere parole come
libertà ed uguaglianza,
allora prova a rispondermi.

In solitudine.
Il disprezzo di questo mondo
è la cosa peggiore,
e la più imperdonabile è che
le cose davvero peggiori che
succedono nel mondo sono quelle
su cui non ci lasciano esprimere,
quelle di cui non ci lasciano cantare.

In solitudine.
Un giorno, senza ancora aver
afferrato nulla, anche le nostre
mani tese cederanno, vero?
E poi un giorno, dicendo che non potevo
perdonare una cosa simile, ho pianto.
Gli scopi ed i sogni stanno
finendo dimenticati?

Allora corri o muori,
gioca i tuoi gettoni.
Fare soldi facili porta sempre
a qualcosa di terribile.
Passa dalla voglia di soddisfazione
alla sensazione che si prova a dire
di esserci arrivato con le tue mani.

Voglio il potere di non dover
adulare nessuno,
ma se non è possibile, allora
voglio il coraggio per farlo;
il coraggio per annuire ed obbedire.

Evado da uno spazio tra
la moltitudine di edifici e dal caos
che ospitano una richiesta d'aiuto.
Questa città in ombra
non è più adatta ai nostri occhi.

Prima di morire, nessuno desidera
soldi o cose materiali, giusto?
Quello è ciò che cerchiamo
lungo il nostro viaggio, no?
Di certo il mondo ha perduto
cose come il giusto amore ed i sogni.
Sto parlando con voi!

In solitudine.
Il disprezzo di questo mondo
è la cosa più imperdonabile,
e quella più frustrante è che
i sogni rincorsi con tanto impegno
sono arrivati ad avere un prezzo,
vengono ignorati,
non vengono accettati.

In solitudine.
Un giorno, senza ancora aver
afferrato nulla, anche le nostre
mani tese cederanno, vero?
E poi un giorno, dicendo che non potevo
perdonare una cosa simile, ho pianto.
Gli scopi ed i sogni stanno
finendo dimenticati?

Una regola di maggioranza
nell'oscurità ci è stata imposta,
anche se in questa città sillabiamo
un sentimento vuoto ed un senso
di sconforto.

Nonostante la tristezza,
semplicemente cantando...
nonostante la tristezza,
semplicemente ballando...
anche solo un po',
in una città come questa,
ci sembrerà di aver brillato.

Nonostante la tristezza, soltanto
quando ho fatto un disegno
ho sentito di esistere
in questa città,
mi è sembrato di ridere
almeno un po'.

In solitudine.
Disprezzare me stesso
è la cosa più imperdonabile,
e la cosa davvero più frustrante
è non aver avuto la possibilità
di nascere con un talento
particolare.

In questo mondo
mi sembra di venire schiacciato
da semplici prove
e da frasi e parole insulse.
In un istante, sono sul punto
di buttare via tutto,
anche il futuro e la mia vita.

Nonostante la tristezza,
io mi limito a cantare...
e proprio quando quel ragazzo balla,
proprio quando quella ragazza
fa un disegno,
proprio quando quel bambino
sillaba parole,
proprio quando
quei ragazzi recitano,
proprio quando quella persona
fa ridere qualcuno,
proprio quando loro
cercano qualcosa,
tu... tu fai semplicemente
ciò che vuoi.

Ciò che voglio
nel mio ultimo giorno
è desiderare,
nel mio ultimo giorno,
la prova di aver vissuto in questa città.

Nessun commento:

Posta un commento